REAL ESTATE


HOME     CONTATTI

Direttore Generale: Roman Couldlie
Villa Rossalia si trova sulle alte colline della città Plaka, nell'isola Cicladi di Milos, Grecia. Si trova nel cuore del centro storico, con la sua vita movimentata, ristoranti accoglienti, strade strette e romantiche e strade, piene di botteghe artigianali e la vita notturna. Eppure i terreni della Villa stessa offrono un accogliente rifugio dal rumore e dalle luci. Nascosta dietro le pareti simili a quelli di un castello, corridoi monastici e circondata da due chiese su entrambi i lati, la chiesa privata della Villa, la chiesa cattolica di San Rossalia e la grande cattedrale ortodossa di Panagia Korfiatissa (la Madonna), dall'altro lato - è un vero e proprio paradiso di pace e relax. Posizionata proprio sul bordo, non ha i vicini in vista, e si affaccia sul panorama mozzafiato sul mare infinito, su molte isole ombrose e su un tramonto incredibile. La struttura originale del palazzo faceva parte del Castello Veneziano risalente al 1310, costruito dalla famiglia Sanudo di Venezia. La famiglia Sanudo fu correlata ai grandi Dogi di Venezia e governarono Milos per generazioni. Questa particolare struttura della Villa fu in origine un deposito di cannoni per il castello in cima alla collina. Il passaggio sotterraneo è collegato con il complesso del castello. Questo spiega la posizione strategica della Villa-proprio sulla scogliera, di fronte al mare e all'ingresso del porto. Questo spiega anche la sua struttura imponente - le mura della Villa sono 180 cm di spessore e sono costruite con pietra vulcanica massiccia. Più tardi, durante il periodo napoleonico, la struttura fu utilizzata per la conservazione del vino per il monastero e per la chiesa di S. Rossalia. Poi faceva parte della residenza del Console Francese sull'isola - Luis Brest. Fu in quegli anni, che la celebre statua della Venere di Milo fu trovata (8 aprile 1820), e portata a casa del Console. Secondo i rapporti, la statua fu spedita nell’area del deposito (l'attuale Villa Rossalia), dove si trovava in attesa del suo viaggio in Francia, per finire al Louvre. E' qui, nei terreni dell’attuale Villa Rossalia, a quel tempo uno spazio d’archiviazione dei beni del console, che la statua della Venere di Milo fu messa ricomposta, poi schizzata e registrata. Sia l’ufficiale di marina francese Olivier Voutier, che scoprì la statua con l'aiuto del contadino locale Yorgos Kentrotas, sia l’ufficiale di marina francese Jules Dumont d'Urville, che riconobbe il valore della statua e organizzò il suo acquisto per la Francia – soggiornavono e visitavono la tenuta del console francese Luis Brest - i terreni attuali della Villa Rossalia. Il posto è dunque pieno di storia antica di grande importanza. Più tardi, un ordine monastico del re Luigi XVI si stava prendendo cura della chiesa. La proprietà di Luis Brest fu trasferita in una scuola cattolica e in abitazioni monastiche. La chiesa di San Rossalia è stata costruita da Luis Brest, entrambi lui e sua figlia sono sepolti all'interno della chiesa, mentre la tomba in pizzo di marmo della sua giovane moglie si trova nel cortile della chiesa. Ci furono molte voci sulla sua tragica relazione amorosa con l’affascinante giovane ufficiale di marina Voutier Olivier, che era l'amico di famiglia e il famoso scopritore della Venere di Milo. Sembra che la statua tenesse dentro non solo la bellezza enigmatica, ma una vera pozione d'amore, che si diffuse su tutti coloro che furono coinvolti nella sua scoperta. Ci piace pensare che anche ora a Villa Rossalia si possa sentire il residuo della presenza di Venere e il suo potere magico, e sentire il romanticismo e l'amore come mai prima. Questo speciale "tocco di Venere" è onnipresente qui, poichè, molto tempo prima che veneziani o francesi venissero sull'isola, un piccolo santuario del V secolo a.C. di Afrodite (Venere, la dea dell'amore) si trovò qui, nei terreni che oggi sono di Villa Rossalia. Le parti sparse delle colonne di marmo, che un tempo ornavano il santuario della dea dell'amore, si possono trovare ancora intorno al cortile, dove ora sono stati amorevolmente collocati e messi insieme dalla proprietaria attuale, che si prende cura di ogni elemento storico trovato nella zona, il ripristino e la conservazione di esso. Alcune parti del santuario, come i blocchi di marmo con iscrizioni, sono stati riutilizzati dai francesi per la costruzione della chiesa di San Rossalia, possono ancora essere facilmente individuati, poichè, alcuni sono stati usati per creare scalini d'ingresso della chiesa. L'attuale proprietaria della Villa Rossalia prende amorevole cura di ogni elemento del patrimonio, mantenendo il cortile pulito e bello, piantando e occupandosi del giardino, riguardando e mantenendo la pulizia della tomba storica e l'interno della chiesa, la quale è ancora aperto ai visitatori con orario 09:00-21:00 tutti i giorni. Cerimonie speciali, matrimoni e messe vengono ancora tenuti lì, in certi giorni e su appuntamento. La chiesa conserva uno dei veri tesori dell’arte rinascimentale italiana - un quadro della "Madonna con Bambino" - molto probabilmente portato sull'isola dai veneziani proprietari precedenti della Villa – la famiglia Sanudo - discendente dal leggendario Doge. Il dipinto è stato identificato come parte della scuola di Leonardo, molto probabilmente eseguito da uno dei suoi studenti. E' la vergine delle rose, da cui il nome della chiesa di San Rossalia e, successivamente, il nome della Villa. L'attuale proprietaria ha un certo attaccamento sentimentale a questo luogo, siccome Rossalia fu uno dei nomi della sua bis-bisnonna (Contessa Rossalia Hanska Mniszek), così l’acquisto della proprietà fu simbolico in uno certo senso. La Villa fu acquistata dall'attuale proprietaria insieme con il coniuge precedente, ed è stata divisa ulteriormente in due, in seguito ad un divorzio. La metà disponibile della Villa, che è stata ristrutturata dalla proprietaria attuale ed è in suo possesso, si compone di due piani con due appartamenti separati situati su ciascuno dei piani, ciascuno con una propria area giardino e terrazza.

L’appartamento studio del Primo Piano della Villa Rossalia è attualmente in fase di ricostruzione, e comprende una bella zona soggiorno con porte arcuate e vecchie finestre inarcate, di fronte ad un giardino davvero rigoglioso e al mare. Accanto alla finestra stanno due sedie e una scrivania in marmo con un antico specchio di bronzo, una posizione ideale per la scrittura e per l’ispirazione. Tutte le porte e le finestre sono di doppio vetro, dotate di zanzariera. Più avanti, c'è una cucina completamente attrezzata (forno, forno a microonde, frigorifero, ventilazione, luci, mattonelle di pietra e banchi, armadi, armadietti, e utensili da cucina) e una spaziosa camera da letto con un’altra grande finestra, con la vista verso il mare e le isole, un letto matrimoniale con un baldacchino romantico con zanzariera su di esso, cabine armadi, tavole, luci di lettura, grandi specchi sulle pareti, che riflettono la vista sul mare. C’è uno spazioso bagno con la vasca Jacuzzi per idromassaggio (posizionata contro la parete di grotta aperta con la sua superficie di roccia naturale), mosaico e piastrelle di pietra, lavabo, wc, armadi, ampie funzionalità d’illuminazione e lo spazio per lavanderia (lavatrice / asciugatrice). Lo studio è equipaggiato di tutti i comfort più moderni, come: Internet wireless ad alta velocità, telefono fisso, TV satellitare con più di 250 canali internazionali, aria condizionata, ventilatore al soffitto telecomandato, ampie funzionalità d’illuminazione, cucina completa con forno elettrico, forno a microonde, frigorifero, lavello, aspirazione elettrica e ventilazione, armadi, ripostigli, ecc. Eppure lo studio preserva il suo fascino antico e tradizionale e il suo carattere storico, con ogni parte restaurata e conservata, con muri e pavimenti in pietra, mobili d'epoca originali e tocchi personali di decorazioni. La porta d'ingresso dello studio si trova di fronte un bel giardino, pieno di fiori di oleandro rosa e vivace buganvillea. Anche il giardino è stato diviso in due durante il processo di divisione della proprietà, ed ora è separato da una barriera naturale di canne e fiori bianchi, che offre ancora di più privacy e isolamento. Un giardino di fronte allo studio offre uno spazio incantevole per la cena e la prima colazione, situato fuori con una vista mozzafiato sul mare tra i fiori del frutteto. E' anche uno spazio ideale per prendere il sole e abbronzarsi accanto alla riflessante piscina idromassaggio all'aperto, che sembra confondersi proprio nel mare, e che permette di capire appieno il romanticismo del tramonto. Lo spazio esterno è inoltre attrezzato con ampie funzionalità d’illuminazione, compresa la luce sottile nel pavimento e lo spazio ombreggiato con la pergola, perfetto per la colazione. Anche lo studio al piano terra dispone del vantaggio unico di avere due piccole zone verdi, situate su ciascuno dei lati dello studio. Il piccolo giardino sull’altro lato della Villa è nascosto all'interno dal frutteto e dagli alberi, e offre un luogo fresco per relax nell’ombra, con una doppia amaca sotto un fico e un piccolo tavolo con sedie, perfetto per il frappé del pomeriggio (il famoso caffè freddo). Non si può perdere questa piccola isola d’ombra e comfort, dato che si trova proprio sulla via per l'ingresso nello studio al piano terra, ed è la prima cosa che vede, quando va giù per la strada ripida dalla Cattedrale principale di Plaka di Panagia Korfiatissa (Madonna) – il famoso punto del pellegrinaggio per osservare tramonto. Il cortile intero e la zona di giardino, sono intarsiati con le luci solari della sera, che illuminano il passaggio e lo spazio intorno allo studio, subito dopo il tramonto.

L’Appartamento del Secondo Piano della Villa Rossalia con ingresso indipendente, si trova direttamente sopra lo studio del piano terra. Si può entrare attraverso il massiccio, vecchio cancello in ferro da pizzo che si affaccia sulla principale via turistica della città, e poi attraverso un vecchio corridoio incantevole, che un tempo faceva parte del complesso del Monastero Francese. Nello stesso momento in cui i visitatori fanno un passo all'interno del cortile del primo piano si trovano in un mondo unico. Circondata da un lato dalla chiesa cattolica di San Rossalia vecchia di 300 anni, (da cui la villa prende il nome), dall'altro lato – dalle arcate veneziane di pietra e fiori rossi d’ibisco, di fronte - dal giardino incantevole con un enorme albero di rosmarino, due specie di gelsomino, caprifoglio, gardenia, oleandri e bugainvillea, e ancora dall'altra parte si trova il terreno di riposo del sepolcro di marmo francese, con intagliato baldacchino e colonne, appartenente alla bella giovane moglie del console francese Luis Brest - Catarina. Proprio di fronte alla Villa, si apre la vista mozzafiato sul mare senza fine e su molte isole in penombra, un posto perfetto per vedere il tramonto, mentre si respira l’aria con un forte profumo d’erbe e fiori del giardino. Accanto all’albero di rosmarino si trovano una serie di comodi sedili esterni, ideali per il relax e la contemplazione mentre si guarda il mare. C'è anche una doppia amaca e un tavolino per il caffè pomeridiano. Il cortile intero e la zona del giardino sono intarsiati con le luci del sole della sera, che illuminano il passaggio e lo spazio intorno allo studio, subito dopo il tramonto. Una lampada esterna posizionata proprio sopra la porta d'ingresso nello studio, offre anche luce aggiuntiva. Accanto alla porta con specchio dello studio del primo piano, si trova un bel tavolo rotondo con una sedia e una lanterna, zona ideale per la lettura durante la colazione o nel pomeriggio, circondata dai luminosi fiori di gerani da entrambi i lati. Proprio sopra il tavolo, sulla parete è appeso uno specchio antico dipinto a mano da un esperto. Appena entrato nell’Appartamento, il visitatore è subito di fronte a una vista mozzafiato sul mare infinito, che si vede dalla grande porta di vetro del balcone-terrazza. Lo spazio è suddiviso in una piccola zona salotto, una camera da letto con un letto queen size, un armadio drappeggiato incorporato per vestiti e biancheria, un tavolino e le luci di lettura, due specchi alle pareti che riflettono la vista sul mare e estendono visivamente lo spazio dello studio. Sulla parete di fronte, ci sono due ripiani lunghi come i banconi fatti delle parti d’un vecchio peschereccio, sormontati con vecchi ricordi di famiglia, un mappamondo d'epoca (che una volta era la proprietà di un famoso scrittore Costantino Kavafis), e vari libri internazionali per la lettura. Esotici elementi etnici adornano le pareti - dalle maschere aborigene Americane intagliate a mano, portate dall'attuale proprietaria per tutto il percorso dell’Amazzone, - ai dipinti primitivi, eclettici piccoli tesori e vecchie foto di famiglia. Lo spazio è pieno di luce, proveniente sia attraverso la porta di vetro del balcone, sia attraverso la finestra della porta d'ingresso. Anche le tradizionali persiane sono rifinite con intarsi di specchio per riflettere di più la luce e la vista, dando così l’apparenza d’espansione visiva dello spazio. Lo studio è fornito delle più moderne tecnologie e comfort: wireless Internet ad alta velocità, TV satellitare a schermo piatto con più di 250 canali internazionali, aria condizionata, ventilatore telecomandato trasparente sul soffitto, ampie funzionalità d’illuminazione. Vicino all'ingresso c'è un cucinotto, con un piccolo frigorifero, macchina per il caffè, una piccola stufa a gas e forno a microonde, perfetto per preparare o riscaldare il pranzo, la colazione o la cena. Tutti i principali negozi e ristoranti si trovano nelle immediate vicinanze della porta, la consegna è disponibile anche direttamente nello studio. Lo studio ha un bel bagno, progettato in stile marocchino, con elementi originali e lampade in bronzo scolpite, portati da Casablanca. Le pareti del bagno sono lavati di un profondo colore blu e coperte con le piastrelle che assomigliano a mosaico di un blu coordinato, rendendo una sensazione generale di un hammam medio-orientale. Il bagno dispone di una zona doccia, lavabo con uno vecchio specchio di grandi dimensioni, ampi ganci e portasciugamani, un armadio antico, il bagno e una piccola finestra di fronte al mare. Tutti gli elementi originali dello studio, come le solide mura di pietra e il pavimento in pietra sono stati perfettamente conservati e restaurati. Una grande porta di vetro (attrezzata con la porta zanzare) conduce al grande balcone-terrazzo, arredato con un grande divano, guarnito con comodi cuscini, un grande tavolo da pranzo (pieno di rari reperti archeologici locali e sormontato da uno spesso vetro per protezione), sedie da tavolo e un morbido sedile reclinabile in un angolo, con un piccolo tavolo per il relax e la lettura. Il terrazzo è attrezzato con una delicata luce nel pavimento, che permette al visitatore di vedere le stelle e godere l'atmosfera romantica. C’è anche una grande luce da pranzo e un’ampia provvista di candele e lanterne romantiche. Questa terrazza offre la migliore vista del tramonto su tutta l'isola. La vista è veramente mozzafiato.
Italian Translation: Alexandra Voitovich